IL FUTURO DELL'AGRICOLTURA E' DI PRECISIONE

L'agricoltura di precisione è stato l'argomento del convegno organizzato dall'Università Telematica PEGASO a Montepulciano al quale hanno partecipato tecnici ed imprenditori agricoli
ScreenShot001.jpg
ScreenShot002.jpg




Cosa è l'agricoltura di precisione? Un approccio alla gestione del processo produttivo agricolo che consenta di fare la cosa giusta, al momento giusto, al punto giusto, utilizzando le migliori tecnologie che si possa offrire in termini di capacità di monitoraggio della variabilità e di attuazione di una gestione idonea a tener conto di questa variabilità.
L’Agricoltura di Precisione può essere considerata una tra le diverse tipologie di gestione di precisione del territorio (precision land management) che include ad esempio anche al silvicoltura di precisione (precision foresty.
Strategie sullo sviluppo dell’agricoltura ruotano intorno al concetto di Climate-Smart-Agricolture (CSA):
a) incremento sostenibile della produttività agricola e dei redditi per gli addetti del settore;
b) adattamento ai cambiamenti climatici attraverso l’acquisizione di nuove forme di resilienza;
c) riduzione di emissioni di gas serra, ove possibile.
Il concetto di CSA tende a coincidere con quello di sistema agricolo di qualità, gestione dell’informazione all’interno dei cicli operativi.
E' necessario gestire le informazione con rigore metodologico e con la necessaria gradualità durante le varie fasi del trasferimento delle innovazioni tecnologiche al mondo operativo.
Il quadro metodologico obbliga a sottolineare alcuni aspetti:
1. l’automazione di singole macchine e/o processi è solo un primo passo verso l’introduzione di soluzioni di AdP;
2. applicare AdP completa richiede un vero e proprio cambio di paradigma nei sistemi di gestione aziendali;
3. Solo una completa applicazione di sistemi di AdP può fornire validi strumenti per il soddisfacimento delle esigenze emergenti;
4. le croniche difficoltà sono l’uso di tecnologie informatiche in agricoltura.
L’approccio sito-specifico comporta l’utilizzo di tecnologie, tecniche e metodiche di lavoro in pieno campo che consentano la coerente e non ambigua possibilità di trattare in modo differenziato singole aree omogenee di terreno delle quali si conoscano le effettive caratteristiche produttive.
Quindi variazione continua delle dosi dei fattori impiegati e rilevazione quanti-qualitativa delle rese di prodotto.
L’adozione di tecniche di AdP consentirebbe una più o meno spinta automazione, delle attività di controllo operativo.
Si rende necessaria una nuova figura professionale di supporto alla direzione aziendale vera e propria “knowledge workers” i lavoratori della conoscenza,per coordinare e gestire la raccolta dati aziendali, svolgere elaborazioni intermedie ed analisi con produzione di informazioni di sintesi e provvedere alla produzione di documentazione ed alla distribuzione delle informazioni per mettere in pratica i processi decisionali nell’ambito direttivo.
Il Sistema Informativo Aziendale, di cui si dovranno dotare gli agricoltori, è il mezzo per la gestione delle informazioni che mette il decisore in condizioni di :
1- raccogliere i dati a livello di ciascun singolo processo (evento produttivo);
2- elaborare ed archiviare i dati raccolti;
3- utilizzare i dati previamente elaborati, completando la loro trasformazione in informazione nell’ambito di un ben preciso processo decisionale.
Dal link indicato è possibile scaricare le linee guida del MiPAAF sull'agricoltura di precisione.